fbpx
Screenshot_20200515-194641_Facebook

QUALI SONO LE PROFESSIONI NEL WEB?

Delucidazioni sui termini professionali nel web.

Tra le principali figure professionali legate ai social, è inevitabile chiedersi perché ci siano tante terminologie sul lavoro nel web e come queste vengano percepite dalle aziende.

Quanta confusione esiste nel mondo digitale che accelera sempre più la sua corsa ed evoluzione?

Piattaforme e strumenti diventano più specifici e complessi, è necessario andare verso la specializzazione: la stessa persona non può svolgere in maniera eccellente ruoli diversi e per facilitare il cliente basta  una parola: semplicità. Ci si attribuiscono sempre nomi più lunghi soltanto per sembrare i più bravi su LinkedIn, ma nella pratica è difficile trovare un reale riscontro.

Voglio perciò offrirti una piccola guida per scoprire in 10 punti tutto quello che è necessario sapere su questi ruoli.

1) SOCIAL MEDIA MARKETING:

con social media marketing si intendono tutte quelle azioni che vengono compiute attraverso strumenti di comunicazione sul web in modo tale da poterli utilizzare per comunicare o promuovere un prodotto o un’azienda. È una specificazione del Digital Marketing che deriva dal Marketing tradizionale.

2) SMM SOCIAL MEDIA MANAGER:

essendo una nuova professione, è ancora poco standardizzata, un po’perché tende ancora molto ad essere preda di persone che si spacciano per esperti senza esserlo per cercare di vendersi come consulenti alle aziende, un po’ perché le aziende stesse non sanno bene cosa dovrebbe fare al proprio interno il Social Media Manager, o non ne ha la percezione.

Alcuni pensano che “ basta esser bravo su internet”, avere un profilo sui social, utilizzare chat e postare sia sufficiente a comprenderne dinamiche , gestione di pagine aziendali, così inseriscono nel proprio profilo professionale questa dicitura o si candidano per posizioni aperte in questo campo o meglio ancora vendono “assunte” dall’impresa di famiglia o dell’amico.

Per essere un “bravo social media manager” occorre ovviamente molto di più. Per semplificare ecco una lista di compiti per la professione di social media manager che include:

contribuire a pianificare un calendario editoriale per comunicare un brand ; pubblicare contenuti testuali, ma anche in formato immagine, audio o video; monitorare l’andamento dei diversi canali, scegliere quali messaggi lanciare sui social, realizzando un piano editoriale, monitorare le interazioni e rispondere a commenti e messaggi; creare, produrre o supervisionare delegando, se necessario, al proprio team di professionisti (grafici, videomaker, fotografi, copywriter, webmaster etc.) tutti i lavori necessari per una eccellente presenza sui social media e sul web; analizzare i risultati raggiunti e generati,redigere dei report.

Il social media manager “smm” è il responsabile dei contenuti e sa quale è la strategia migliore per portare il brand al successo.

3) SOCIAL MEDIA SPECIALIST:

se un social media manager è una persona che ha a disposizione delle risorse, se stessei suo team ed è anche capace di fare management di tutti i social media che gestisce,un social media specialist invece utilizza uno solo dei social media.Si tratta, quindi, di un lavoro con i social che punta tutto sulla specializzazione, sul conoscerne al meglio soprattutto un social.

4) DIGITAL MARKETING O MARKETING DIGITALE

Comprende tutte le attività di marketing condotte da un’impresa attraverso l’utilizzo degli strumenti e dei canali digitali, spesso in sinergia con gli altri strumenti del marketing tradizionale per creare una comunicazione integrata, personalizzata e interattiva in grado di aiutare l’impresa a sviluppare e fidelizzare maggiormente la propria base cliente. Il marketing digitale, in sostanza, unisce i fondamenti del marketing tradizionale alle caratteristiche peculiari di Internet, contribuendo a stabilire un rapporto più solido e duraturo con la clientela. La relazione con il consumatore, in particolare, si avvantaggia di alcune caratteristiche distintive rese possibili dalle infrastrutture e tecnologie di rete.

6) DIGITAL MARKETER O DIGITAL MARKETING MANAGER:

è una figura trasversale che si occupa di coordinare tutte la attività di Marketing online, definire le strategie di Marketing e proporre iniziative online e offline, definire gli strumenti da utilizzare e implementare tutto ai fini della strategia. Le sue capacità più rilevanti sono il coraggio e lo spirito d’iniziativa, nonché la capacità di coordinare un team a supporto per la stesura di un efficace piano di comunicazione e marketing per le aziende digitali. Prima di tutto, definisce il mercato obiettivo e la mission dell’azienda, tenendo conto della sua immagine e di tutti gli aspetti comunicativi messi in atto. Successivamente, a fronte dell’analisi di mercato, progetta un piano preciso sugli investimenti da attuare individuando i mezzi più idonei per portare al successo un progetto online.

7) WEBMASTER:

è un esperto che si occupa della realizzazione, gestione e mantenimento di siti web e portali online: dall’hosting alla configurazione del server, dalla programmazione al design delle pagine web, dalla gestione dei contenuti al monitoraggio quotidiano delle attività sul sito tramite web analytics e strumenti di diagnostica web,sviluppando e gestendo siti internet per conto dei clienti o dell’azienda per cui lavora. Si tratta quindi di un’attività che include numerosi aspetti: web development, web design, mantenimento e assistenza tecnica in caso di bug o errori del server, ma anche monitoraggio dell’accessibilità e della sicurezza del sito web.

7) DIGITAL STRATEGIST:

rappresenta una delle nuove professioni più interessanti. In pratica, è colui che prepara la strategia di promozione sulla rete e che stabilisce gli obiettivi in base al budget disponibile. Si tratta di un professionista in grado di sviluppare efficacemente strategie di promozione di eventi, servizi o prodotti che integrano canali online e offline. Il Digital Strategist è in grado di stilare strategie mixando abilmente vari canali con differenti messaggi. Dopo aver esaminato il brand, la concorrenza, il pubblico di riferimento e ascoltato la rete, riesce a pianificare attività di promozione pensate per dare la massima visibilità al prodotto sfruttando al meglio le risorse disponibili. Questa nuova professione emergente può trovare impiego non solo in azienda, ma anche in agenzie media e di comunicazione.

8) COPYWRITER:

quella del copywriter è una figura centrale del marketing moderno.

Si tratta del professionista che si occupa del copywriting, ossia colui che scrive i testi e li rende adatti al web, per dirlo con parole semplici. Componente fondante di ogni agenzia, progetto pubblicitario o informativo che sia, in principio il copywriter si occupava principalmente della creazione di tutte le parole della pubblicità (testi per annunci stampa, affissioni, radio, slogan per la TV, etc.), cioè del copywriting appunto.

Cos’è il copywriting: definizione
Il copywriting è l’arte di scrivere contenuti persuasivi e orientati alla conversione, che richiede tecniche diverse in base al mezzo di comunicazione adottato
.

Il termine copywriter nasce nelle redazioni giornalistiche, per indicare chi si occupava prevalentemente di redigere annunci. Con la diffusione dei mass media su larga scala, il copywriter si è poi specializzato come vero e proprio pubblicitario, lavorando in agenzie di pubblicità o di comunicazione o come freelance, spesso in coppia con l’art director, Professionista cui è affidata l’impostazione grafico-visiva di una campagna pubblicitaria. Oggi, con il digital marketing, le attività di copywriting sono passate a coprire sempre di più i tanti aspetti testuali dei contenuti online: advertising sui social media, articoli per i blog aziendali ottimizzati in ottica SEO, il copywriting è un aspetto essenziale della comunicazione su Internet.

Non si tratta solo di saper scrivere correttamente nella lingua specifica di riferimento e di consegnare testi grammaticalmente corretti, un copywriter è in grado di comunicare il messaggio del brand attraverso le parole, utilizzando specifiche tecniche di scrittura per il web

9) VIDEOMAKER


Videomaker, è “colui che fa i video”.

Questa parola, oggi, ha preso definitivamente il posto di quello che un tempo veniva chiamato “filmmaker” (ovvero “colui che fa i film). I social network sono diventati i principali mezzi di comunicazione e le aziende, a partire da questa consapevolezza, stanno spostando sempre di più online la propria pubblicità. Da qui, dunque, l’esigenza di catturare l’attenzione degli utenti che navigano su internet con immagini, video brevi e spot ad hoc pensati per diventare virali in rete.

Tra questi professionisti digitali c’è anche il Videomaker che si occupa personalmente dell’intero processo creativo e produttivo delle proprie opere.Il suo compito è quello di occuparsi del montaggio (e spesso anche della sceneggiatura) delle riprese, fatte sul campo e destinate ad essere messe insieme per formare un unico prodotto. I progetti dei videomaker, però, non sono solo indirizzati al web. Questo generi di lavori, in linea di massima, sono pensati e realizzati per essere diffusi anche in TV e al cinema e possono essere proiettati ovunque per fini pubblicitari, artistici, promozionali.

Il videomaker dovrà fare il professionista coinvolto attenenendosi alle indicazioni del cliente, consegnare il lavoro finale e mettersi all’opera, prima sul campo e poi al pc, per realizzare con l’editing quello che gli è stato commissionato.

10) SOCIAL MEDIA MANAGER “MIO CUGINO”

Il professionista, soprattutto in un contesto non maturo come quello italiano, in cui non c’è ancora la giusta  attenzione per la comunicazione “su internet”, deve molto spesso competere in un mercato in cui il committente non sa ancora cosa vuole né ha competenze su come giudicare in modo corretto la figura professionale, con il risultato che il Social Media Management viene assegnato al famoso “cugino bravo al computer”, una persona che non ha competenze specifiche ma che ha il solo pregio di costare poco, salvo poi creare nella maggior parte dei casi, danni molto gravi.

La scelta migliore per chi lavora nel settore e per l’imprenditore è di lasciare che a interfacciarsi con il cliente sia una sola persona che lavora con i social, questa poi può avere alle spalle un intero team composto da figure professionali diverse, con le varie terminologie diverse. Puoi usare i miei servizi di consulenza e gestione per il web  con Sardinia brand management, per ripartire insieme e migliorare la tua attività on line.

Antonio Usai

SE VUOI TENERE VIVA LA TUA ATTIVITÀ, ORA E IN FUTURO, GUARDA AVANTI.
DA OGGI DEVI ESSERE PRESENTE ON LINE.
DIGITALIZZATI.

Scopri di più, clicca sul link qui sotto 

www.sardiniabrand.com

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Sei stanco di aspettare per acquisire i tuoi nuovi clienti ?

Richiedi una chiamata gratuita

Lascia il tuo numero, ti richiamiamo!

Utilizza il form qui sotto per richiedere una chiamata e il nostro supporto ti contatterà immediatamente. Rispondiamo al 100% delle richieste in meno di 24 ore.

Rispondiamo al 100% delle richieste in meno di 24 ore.

Torna su